CUCINA E BEVANDE

Economia Domestica!

Annunci

Come si fa la zuppa di pane con i fagioli?

Oggi ero in giardino con mia mamma e mi è venuto in mente di farle registrare una videoricetta dove ci parla di come fa la zuppa toscana, quella che alcuni chiamano ribollita, la zuppa di fagioli, verdure e pane raffermo.

Lei con l’entusiasmo di una bimbetta ha detto subito di sì e si è divertita molto a riguardare subito dopo il video…

Buona visione!

Feijoa Sour?

Spero che il mio amico barman Federico Bocciardi non mi uccida per questo esperimento… Lo so che io sono indisciplinata e che faccio le cose ad occhio… Ma è più forte di me, devo sperimentare in libertà! Stamani mi è venuta la folgorazione di fare un cocktail con la Feijoa, un frutto fantastico del mio giardino che ha un sapore misto tra kiwi e banana.

Ho usato una base con il succo di un Lyme, poi gli ho aggiunto Cointreau e Gin… quasi in parti uguali con il Lyme… Dico quasi perché ovviamente non ho misurato 😬 e da ultimo vi ho messo l’interno di tre frutti di Feijoa e 5 cubetti di ghiaccio Per raffreddare ma anche per allungare questa bomba alcolica!

Amo i SOUR

Amo i cocktails, i Sour in particolare, soprattutto in estate.

Il MARGARITA è uno dei Sour più famosi e mi piace moltissimo.

Così mi sono attrezzata comprando Tequila (una marca economica ahimé) e Cointreau ( il più famoso Triple sec). I limoni in casa non mancano mai… Per la ricetta diciamo che ho seguito quella dello standard IBA (Cocktail ufficiali IBA) ossia 50% ti tequila, 28.5% Triple Sec, 21.5% lime fresco o succo di limone.

Il diciamo è d’obbligo perché non avendo attrezzatura da Barman ho cercato ad occhio di seguire le proporzioni. Non avevo ghiaccio quindi dopo aver preparato il cocktail nei bicchieri ( precedentemente ricoperti di sale sui bordi) li ho messi nel freezer 5 minuti.

Certo non sarà venuto eccelso ma a noi è piaciuto e ci siamo coccolati.

P.S. Ad ogni modo seduta ad un tavolo, con il cocktail realizzato da un bravo barman, il MARGARITA mi garba di più! 😜

Riso dell’orto rinforzato

E dopo tanti post sul benessere psicofisico vi posto nuovamente una ricettina.
Poiché in estate ho a disposizione più che altro lo smartphone e al computer ci vado praticamente un giorno sì ed un giorno no anche stavolta farò una video ricetta per praticità, registrare un video è più veloce che scrivere!

Polpo tenerissimo!

Volete un polpo tenero e gustoso? Ecco il segreto! In una pentola ( io uso quelle di vetro) mettete un piccolissimo strato di olio evo, adagiatevi il polpo ( se lo usate congelato mettetelo tolto dal freezer almeno mezz’ora prima) e aggiungete circa un centimetro di acqua potabile. Io aggiungo due foglioline di salvia e NIENTE SALE!

Mettete la pentola sul fuoco al minimo e fate cuocere finchè l’acqua è quasi tutta ritirata, lasciar freddare nella pentola. Potete anche aggiungere delle patate a pezzi, in questo caso aggiungete un po’ di acqua in più.

Se a fine cottura il polpo non avesse tirato fuori il sale potete aggiungerne un po’ a crudo.IMG_9401