Curcuma

Polpette alla rapa rossa

Ingredienti reperiti nell’orto e in casa:

1 vaschetta macinato di manzo

2 uova bio

1 mozzarella

Foglie di rapa rossa bollite

Farina di riso

Curcuma, paprika dolce, sale, timo fresco

Olio EVO

Mescolare tutti gli ingredienti per bene eccetto l’olio, ovviamente le foglie bollite vanno strizzate e tagliuzzate, la farina di riso si aggiunge per ultima in base a quanto il composto ne chiede.


Scaldate l’olio in padella e quando è caldo mettete le polpette un po schiacciate, io non sto a farle perfette, e coprite col coperchio, ovviamente fate cuocere da entrambi i lati!


Una volta cotte potete mangiarle così oppure metterle in salsa.

Il pranzo dell’artista: uova scadute

In questo periodo sta diventando un’abitudine… Mi scadono le uova! Non che siano scadute da chissà quanto, ma avrei dovuto consumarle entro ieri.

Ovviamente mi rifiuto di buttare via il cibo soprattutto se sono delle ottime uova biologiche.

Il segreto è consumarle ben cotte, quindi me le sono fatte nella mia mitica padella di ghisa con olio extravergine di oliva, curcuma paprica e pepe.

Per farle cuocere bene ci metto sopra il coperchio in modo che anche i tuorli  per sicurezza vengano cotti.

Ovviamente se pensate anche voi di non buttar via le uova scadute considerate due fattori importanti: uno che le uova non puzzino, due che non siano scadute da 20 giorni!😂😂😂

Surgelatore+orto

Fame improvvisa e poca voglia di cucinare?

Basta accendere il forno e usare una base pizza di quelle buone e sane ( io uso Gran Toscano, lievito naturale e cotta su pietra) da poter farcire a piacere. L’orto ha fornito le prime zucchine ed i primi fiori, l’olio EVO non manca mai e nemmeno i capperi , una spolverata di curcuma che fa sempre bene e via! Per il marito avevo una base pizza margherita alla quale ho aggiunto anche gli spinacini nati nei vasi sul terrazzo, appena sbollentati.

Due pizze, una birretta, cena e felicità assicurate!

pizza spinaci

Pizza agli spinaci

Il pranzo dell’artista 5 aprile 2016

   
 
Oggi pranzo al mio studio, mi sono organizzata con melanzane cotte al microonde con sale alle erbe, olio di oliva e curcuma. Poi una birretta  analcolica. Se poi avrò fame a merenda ho i miei biscottini di riso fatti in casa e tutto l’occorrente per cappuccino o altro. 

   

Il pranzo dell’artista

Un grandissimo wok con carciofi, finocchi e melanzana  saltati con olio evo, sale alle erbe e curcuma.
Pane cotto a legna a lievitazione naturale.

Vino Negroamaro del Salento.

Il computer per guardare la mia fiction portoghese “Os nossos Dias”

E l’aria di primavera.