ESPERIMENTI

Feijoa Sour?

Spero che il mio amico barman Federico Bocciardi non mi uccida per questo esperimento… Lo so che io sono indisciplinata e che faccio le cose ad occhio… Ma è più forte di me, devo sperimentare in libertà! Stamani mi è venuta la folgorazione di fare un cocktail con la Feijoa, un frutto fantastico del mio giardino che ha un sapore misto tra kiwi e banana.

Ho usato una base con il succo di un Lyme, poi gli ho aggiunto Cointreau e Gin… quasi in parti uguali con il Lyme… Dico quasi perché ovviamente non ho misurato 😬 e da ultimo vi ho messo l’interno di tre frutti di Feijoa e 5 cubetti di ghiaccio Per raffreddare ma anche per allungare questa bomba alcolica!

Annunci

programma-la-tua-realta-quantica-di-riccardo-tristano-tuis


PROGRAMMA LA TUA REALTÀ QUANTICA DI RICCARDO TRISTANO TUIS

 Prossima uscita 5 Settembre 2016
Come cambiare la mappa del cervello per creare una vita eccellente
Molte volte abbiamo sentito parlare di fisica quantistica ma quanti di noi sanno veramente di cosa si tratta? È da un po’ di tempo che mi sto avvicinando A nuovi mondi, dove per nuovi mondi intendo possibilità di interpretare la nostra vita e ciò che ci succede con occhi diversi.
Arrivata alla quarantina ed avendo visto che reiterando certi atteggiamenti continuavo ad ottenere le stesse cose mi sono accostata a nuovi modi di pensare, se si vogliono ottenere risultati nuovi e miglioramenti della propria vita evidentemente dobbiamo cambiare qualcosa se fino adesso non li abbiamo ottenuti. Come diceva Einstein non possiamo pensare di ottenere nuovi traguardi facendo sempre le stesse cose, quindi la cosa importante è aprirsi a nuove conoscenze, studiare nuovi modi di vedere, leggere.
Da domani uscirà questo libro che mi sembra molto interessante, nella presentazione si legge:
Il nostro sistema di pensieri limitanti è la nostra prigione mentale rappresentata dalla nostra personalità o ego. Solo andando oltre il nostro pensiero predefinito possiamo realmente comprendere i codici della mente, craccarli e impiegarli efficacemente nel modellamento della realtà.
Questo invece è un piccolo elenco di ciò che il libro ci insegnerà:
Leggendo questo libro imparerai:
Come ampliare le reti neurali e ampliare le capacità del cervello.
Cos’è il codice del tempo, della materia, dello spazio.
Come spegnere spegnere il cervello dominante.
Come risvegliare le tue capacità intuitive.
Quali sono le funzioni quantistiche del cervello.
L’Arte del non attaccamento emotivo a persone, situazioni e cose…
e molto altro…
Personalmente mi sembra un ottimo modo per proseguire sul cammino della conoscenza di me stessa, ma soprattutto mi sembra un valido aiuto per imparare dove ci autosabotiamo a livello inconscio e per imparare a modificare certi pensieri ed atteggiamenti che frenano la nostra crescita personale.
Non appena avrò letto questo libro vi posterò gli aggiornamenti e le mie osservazioni in merito.
STAY TUNED E BUONA VITA!
Prossima uscita 5 Settembre 2016
Puoi trovare il libro a questo linkSalva

Amo i SOUR

Amo i cocktails, i Sour in particolare, soprattutto in estate.

Il MARGARITA è uno dei Sour più famosi e mi piace moltissimo.

Così mi sono attrezzata comprando Tequila (una marca economica ahimé) e Cointreau ( il più famoso Triple sec). I limoni in casa non mancano mai… Per la ricetta diciamo che ho seguito quella dello standard IBA (Cocktail ufficiali IBA) ossia 50% ti tequila, 28.5% Triple Sec, 21.5% lime fresco o succo di limone.

Il diciamo è d’obbligo perché non avendo attrezzatura da Barman ho cercato ad occhio di seguire le proporzioni. Non avevo ghiaccio quindi dopo aver preparato il cocktail nei bicchieri ( precedentemente ricoperti di sale sui bordi) li ho messi nel freezer 5 minuti.

Certo non sarà venuto eccelso ma a noi è piaciuto e ci siamo coccolati.

P.S. Ad ogni modo seduta ad un tavolo, con il cocktail realizzato da un bravo barman, il MARGARITA mi garba di più! 😜

Sangria semplificata improvvisata

E oggi vai col vino!Avete in casa del vino rosso non particolarmente pregiato? Questa è l’idea per fare una sangria al volo. Io in casa ho le fragole del giardino, le susine del giardino e le pesche purtroppo comprate. Mettete qualche fragola qualche pezzettino di susina e una pesca in una tazza, aggiungere il vino rosso fino a ricoprirle e un cucchiaino di zucchero di canna. Ma non è finita, il tocco di classe è lo zenzero fresco! Oltre ad essere un ottimo digestivo è anche disinfettante per la gola e possiede un sacco di proprietà benefiche, senza contare che da al tutto un aroma veramente particolare e frizzante! Aggiungetene un pezzettino, ovviamente sbucciato. Lasciate in infusione tutto il pomeriggio e stasera potete bere questa sorta di sangria semplificata e mangiarvi la frutta.

Nuovi esperimenti di cosmetici fai da te

COSMETICI FAI DA TE (io acquisto i componenti base su aromazone, sono convenienti e ottimi)

Rossetto: polvere minerale, cera d’api, olio di jojoba, miele.
latte detergente: base neutra+acqua distillata+olio jojoba + oe teatree, elemi,limone,verbena, lavanda
crema notte: base neutra+ gel aloe+olio jojoba + oe elemi,legno di rosa, geranio,limone,verbena, lavanda
burro massaggio dolori contratture e circolazione: olio di copra+oe lavanda, rosmarino,teatree, legno di cedro, limone, cardamomo, betulla (poca)
impacco capelli pre schampoo: olio di copra+monoi solido + oe  betulla, legno di cedro, limone, rosmarino, verbena

Il mio PANETTONE (o una specie)

Ingredienti:
Una confezione di pasta per pizza( se la fate voi con la pasta madre meglio!)
Due pigne di uva passita
Tre uova
Zucchero l’ho messo a Occhio (vedi quantità nella foto)
Mezzo panetto di burro da 125 g (io uso quello leggero)
La scorza di un limone grattugiata
Due o tre cucchiai di zucchero a velo
Due o tre cucchiai di farina di mandorle Acqua QB
Mettere tutto insieme in una ciotola e impastare bene (l’uva è meglio se la passate nella farina prima di aggiungerla)  se vedete che l’impasto è troppo morbido aggiungete un pochino di farina.
Quando avete fatto l’impasto mettetelo in una ciotola imburrata e passata con farina di mandorle o pan grattato o farina, in pirex o di altro materiale purchè abbia i bordi alti in modo che venga poi la forma del panettone e lasciate lievitare tutto tre o quattro ore. Tagliatelo sopra a croce.
Quando ha lievitato mettete nel forno a 160° per almeno un’ora state attenti che non bruci sotto e sopra.
A questo punto mescolate la farina di mandorle con lo zucchero a velo e un pochino di acqua in modo da formare una cremina che verserete sopra il panettone, rimettete in forno finché la glassa non fa la crosticina che viene tipo una glassatura.

Ecco fatto…il mio è venuto proprio buono!

Deodorante fai da te (fantastico!!!)

Premetto che questa ricetta non l’ho inventata io anche se poi ognuno personalizza a suo modo variando gli olii essenziali e le dosi. Questo deodorante, oltre ad essere sano e a non contanere tutte le sostanze dannose di quelli in commercio, funziona pure meglio di molti deodoranti che ho usato!

Vi occorre innanzitutto dell’acqua demineralizzata (quella che si usa per stirare) e uno spruzzino (io uso quelli di altri deodoranti usati opportunamente lavati e sterilizzati, ma ci sono anche siti che vendono contenitori e varie nuovi per il fai da te).

Mettete in un contenitore l’acqua con tanto bicarbonato di sodio e ce la tenete due ore mescolando di tanto in tanto, la’qua si deve saturare di bicarbonato. Alla fine delle due ore vedrete il bicarbonato depositato in fondo al contenitore e verserete l’acqua nello spruzzino, il bicarbonato avanzato potrete usarlo tranquillamente per un pediluvio oppure come abrasivo per pulire l’acquaio o il bagno.

In un contenitore medio da deodorante io ho messo 15 gocce di OE di teat tree, 10 gocce di OE di lavanda e 10 gocce di OE di melissa, ma gli olii essenziali potete cambiarli a vostro gusto, l’importante è che ci siano tea tree perchè antibatterico e lavanda che lenisce la pelle.

Ogni volta va agitato prima di darlo…provate funziona benissimo!!!!

Burro di cacao al cioccolato

Questa ricettina è semplice semplice anche se occorrono un po’ di materie prime di base che una volta acquistate però dureranno parecchio!

Da un po’ di tempo mi sto dilettando anche a fare prodotti per la persona onde evitare l’orda di schifezze chimiche e derivati dal petrolio che sono contenuti ovunque.

Dunque per raccogliere il burro di cacao ho usato un piccolo contenitore in vetro di quelli per la pappa reale, ho messo in uguali proporzioni burro di karitè e cioccolato fondente (io usato il blocchetto della novi ma non importa, l’importante è che sia fondente!), ho aggiunto una punta di miele (l’importante è che sia di quello liquido non granuloso perchè i granuli poi restano) ed ho messo in un pentolino a bagnomaria, quando il tutto si è sciolto ho mescolato con una palettina ed ho aggiunto 1 goccia di olio essenziale di tea tree, 1 goccia OE di geranio e 2 gocce di OE di lavanda, ho continuato a mescolare. Una volta freddato verrà un burro solido da prendere con il dito e passarsi sulle labbra. Se volete un effetto più tipo lucidalabbra aggiungete un po’ più di miele liquido ed un po’ di olio di mandorle dolci, a questo punto potrete usare un pennellino per metterlo sulle labbra!