secondi

Polpette alla rapa rossa

Ingredienti reperiti nell’orto e in casa:

1 vaschetta macinato di manzo

2 uova bio

1 mozzarella

Foglie di rapa rossa bollite

Farina di riso

Curcuma, paprika dolce, sale, timo fresco

Olio EVO

Mescolare tutti gli ingredienti per bene eccetto l’olio, ovviamente le foglie bollite vanno strizzate e tagliuzzate, la farina di riso si aggiunge per ultima in base a quanto il composto ne chiede.


Scaldate l’olio in padella e quando è caldo mettete le polpette un po schiacciate, io non sto a farle perfette, e coprite col coperchio, ovviamente fate cuocere da entrambi i lati!


Una volta cotte potete mangiarle così oppure metterle in salsa.

Fiori di zucca ripieni di tofu (dietetica!)

Ingredienti
Fiori di zucca freschissimi
1panettino di tofu
5 o 6 acciughe sottolio
olio evo
timo fresco a piacere
pepe

Amalgamate in un tritatutto il tofu con le acciughe, un filo di olio evo e il timo fresco. Con questo composto riempite i fiori di zucca privati del pistillo centrale e arrotolate le punte dei fiori a chiuderli. Disponeteli in un pirex appena unto e cuoceteli nel micronde combinato una decina di minuti (per il microonde seguite le istruzioni del vostro per quanto riguarda la cottura) Ovviamente potete anche cuocerli in un tegame antiaderente o nel forno tradizionale. Una volta cotti una macinatina di pepe non guasta.
Semplici, gustosi e dietetici!

Arista con fichi, prugne e mandorle

Ingredienti:
1 pezzo di arista (quella bicolore oppure va bene anche un pezzo di scamerita)
almeno 5 fichi freschi o secchi se non è stagione divisi a metà
almeno 5 prugne fresche o secche se non è stagione
2 belle manciate di mandorle sgusciate ma non pelate
olio evo
brandy o liquore secco tipo acqua di canna
sale aromatico alle erbe 

Metere l’olio nel tegame e quando è caldo mettere la carne già opportunamente salata e massaggiata con il sale alle erbe, sigillarla bene e  sfumare con unbel bicchiere di brandy.
Aggiungere fichi e prugne divisi a metà. Mettere un po di acqua bollente in modo da far cuocere la carne senza che si bruci, coprire e mandare a fuoco lento. Aggiungere acqua calda al bisogno. Tostare a parte le mandorle, una volta cotta la carne la fate freddare e affettatela, coprite con il sugo di frutta che si sarà formato e con le mandorle tostate.

Polpettine vegane alla soya

No, non sono vegana né vegetariana, però non mangio molta carne e soprattutto mi piace sperimentare cose nuove. Le polpettine vegetariane che si trovano in commercio sono spesso infarcite di aglio o di cipolla, cose che la mia digestione non tollera o tollera solo se bollite…quindi oggi ho sperimentato questo impasto che può essere usato per fare delle polpettine o anche dei mini tortini da cuocere in forno.

il procedimento è semplice, si mettono tutti gli ingredienti nel robot e di frullano bene in modo che venga un bell’impasto sodo da poter fare a quenelle e poi friggere oppure adagiare su una teglia con carta forno e cuocere al forno (se non friggete magari mettete un filo d’olio sulle polpettine). Potete anche disporre l’impasto in dei pirottini da muffin e fare degli sformatini.

ingredienti:

400 grammi circa di fagioli di soya lessati (vanno bene anche quelli in barattolo)

2 grosse carote

una bella manciata di prezzemolo

erba cipollina in abbondanza (a vostro gusto)

sale aromatico alle erbe (io metto quello fatto da me)

pepe

pane secco sbriciolato o pan grattato quello che prende in modo da formare un impasto abbastanza sodo (io ho messo pane secco integrale)

facoltativo: curry in polvere

Strapazzata di verdure

Altra ricetta vegetariana buonissima!

ingredienti (come al solito quantità a piacere):

sedano

finocchio

carota

carciofo

almeno 2 uova

formaggio grattugiato

un cucchiaino di curry (io uso quello fatto da me senza cumino e con in più il cardamomo)

1 peperoncino

prezzemolo tritato

olio evo

Mettete in una padello l’olio e quando è caldo mettete il peperoncino e tutte le verdurine fatte a pezzetti non troppo piccoli ma nemmeno troppo grandi e fatele saltare a fuoco vivo, in modo che diventino croccanti, fuori dorate ma dentro un pochino crude.

Nel frattempo che la verdura salta sbattete le uova con il prezzemolo, il curry ed il formaggio grattato.

Quando la verdura è pronta ci versate l’uovo sbattuto e mescolate energicamente.

Anche questo è un piatto unico molto buono da gustare anche accompagnato a del pane tostato.

Insalata di pere e cacio

Ingredienti:

Pere abate (almeno una bella grossa a testa)

Pecorino stagionato

pecorino fresco

caciotta di mucca

parmigiano o grana

olio di oliva

pepe

timo fresco

Fate i formaggi a pezzettini così come le pere (se preferite usatele sbucciate), condite il tutto con l’olio, il pepe ed il timo fresco.

Ottimo come antipasto se avete ospiti oppure come piatto unico se siete da soli!

Baccalà al microonde

Ma chi dice che ci vuole tempo per fare il baccalà???

Ingredienti:

microonde con grill

baccalà salato

latte

burro

pane grattato

erba cipollina

pepe

Prendete il baccalà salato e tenetelo in ammollo per almeno un giorno e mezzo, poi ponetelo a pezzetti in una ciotolina e ricopritelo con il latte per una notte.

A questo punto prendete una teglia in pyrex per microonde e imburratela bene e cospargetela di pan grattato. Disponetevi i pezzi di baccalà scolati dal latte, cospargete di nuovo con pan grattato, pepe, erba cipollina e i l burro a fiocchetti.

Disponete nel microonde a temperatura medio alta con il grill se avete la possibilità di combinarlo per 5 minuti, alla fine se il sopra non è dorato ripassate solo il grill, ricordate che il baccalà se cotto troppo diventa duro e stopposo!

Ricottina di Kefir alle erbe

Della serie non si butta via niente… Come già scritto in altre ricette faccio il kefir in casa, talvolta però è in esubero e non riesco a mangiarlo per cui un’ottimo metodo per utilizarlo è farci il formaggio.

Fate conto di avere una bella tazzona di kefir pronto, prendete almeno mezzo litro di latte ma va bene anche un po’ di più ( il latte può essere di mucca ma anche di capra, va bene anche parzialmente scremato) e mettetelo in una bella casseruola con un po’ di sale, un po di erba cipollina tritata e aneto tritato. Portate quasi ad ebollizione facendo attenzione a versare il kefir prima che il latte bolla. Mescolate bene e a questo punto fate bollire un minuto, vedrete che si formano dei fiocchini nel latte. Spegnete il gas. Adesso procuratevi un colino almeno del diametro di 15 cm, ponetevi dentro un fazzoletto di cotone meglio se bianco precedentemente ben lavato con acqua bollente (non devono esserci residui di detersivo ovviamente!) e appoggiate il tutto su una bacinella capiente.

Versate il latte bollito nel fazzoletto lentamente, a questo punto nel fazzoletto rimarrà il latte con il kefir accagliato mentre dalla trama di cotone filtrerà nella bacinella il siero. Una volta che tutto è colato raccogliete con un cucchiaio il formaggio creatosi dentro il colino, riponetelo in un contenitore ermetico in frigo e consumate al massimo entro due giorni, potete aggiungere anche olio e pepe a piacere alla vostra ricottina.

Con il siero rimasto, una volta raffreddato, potete fare queste cose:

– berlo in quanto è ricco di proteine e principi nutritivi

– usarlo per degli impacchi sul viso

– usarlo come pediluvio o per le mani, lascerà la vostra pelle pulita e morbidissima

Insalata di melone

Questo piatto è perfetto in accompagnamento al prosciutto crudo oppure al salmone affumicato (io uso quello dell’alaska, che è più magro e meno stucchevole).

Ingredienti:

Melone maturo ma sodo

olio

sale (io ho usato quello rosa delle hawaii)

pepe nero

timo fresco ( essenziae che sia fresco, in alternativa potete usare olio aromatizzato con olio essenziale di timo)

1 spighetta di lavanda ( questa si può omettere, ha un sapore molto forte che può non piacere)

Tagliate a pezzetti il melone e lo condite con gli altri ingredienti, è gustosissimo ed è un modo un po’ diverso per servirlo, farete un figurone!